Serie A, la Juventus vince ancora: 2-3 sul Carpi

A Modena arriva la 7° vittoria per i bianconeri che battono, anche se con paura nel finale, il Carpi per 2-3.

Paul Pogba. Fonte: Schalke (wikipedia.org)
Paul Pogba. Fonte: Schalke (wikipedia.org)

Per la squadra di casa, ad aprire il match, ci pensa Borriello, poi c’è la grande reazione da parte della Juventus con le rispettive reti di Mandzukic (doppietta) e Pogba, con l’autogol nel finale da parte di Bonucci.

PRIMO TEMPO – La squadra di casa prova ad affondare per i primi minuti, con vari tentativi però fermati dalla difesa bianconera. La Juventus risponde con Khedira che dalla distanza prova la rete con il tiro però deviato dalla difesa. Al 4′ c’è lo squillo da parte di Dybala, il quale riceve una palla da Marchisio recuperata a centrocampo su Borriello, il tentativo del numero 21 bianconero termina di poco sopra la traversa. Continua il pressing organico e compatto da parte del Carpi che ricaccia indietro la Juventus, la quale reagisce con lanci lunghi dalla difesa. Al 14′ però passa in vantaggio la squadra di casa: errore clamoroso di Cuadrado che perde palla effettuando a centrocampo un passaggio in orizzontale intercettato dal centrocampo del Carpi. Verticalizzazione improvvisa degli emiliani a mettere in moto Borriello che entra in area dalla destra, fa secco Bonucci con una finta e trafigge Buffon con un diagonale imprendibile; 1-0. La formazione di Max Allegri prova e ci riesce a reagire, infatti è immediato il pari, dopo 3 minuti: affondo di Cuadrado sulla destra, pallone in mezzo per Khedira il cui tiro viene salvato miracolosamente da Belec, ribattuto anche il tiro di Dybala. Il pallone resta però in area dove Mandzukic controlla e riesce a infilare il portiere avversario con un gran gesto in acrobazia; 1-1. Il match dal 19′ in poi si fa avvincente: la Juventus attacca a testa bassa mentre il Carpi cerca di approfittarne con contropiedi velenosi. Al 22′ c’è un tentativo a rete anche da parte di Marchisio che con una ripartenza imperiosa di Pogba che di fisico se ne va sulla sinistra poi scarica fuori per il numero 8, il quale calcia dalla distanza trovando una deviazione in corner. Passa solamente un minuto e c’è da corner un’altra chance per i bianconeri: calcio d’angolo perfetto battuto in mezzo con la sfera che viene ben schiacciata da Chiellini. Il tentativo del difensore è però impreciso, pallone alto. Al 26′ c’è un’altra occasione per la squadra ospite che continua a spingere: ancora il tedesco pericoloso con una bordata dal limite respinta in qualche modo da Belec. Bello il destro dell’ex Real schiaffeggiato dall’estremo difensore degli emiliani. Al 40′ arriva il tanto atteso sorpasso juventino: lancio profondo di Chiellini a cercare e trovare Evra sulla sinistra. Letizia scivola, il francese raggiunge il fondo e mette in mezzo per Mandzukic che con il fisico sovrasta Gabriel Silva e batte Belec; 1-2.

SECONDO TEMPO – La seconda frazione di gioco si apre con una Juventus sempre testarda e convincente, la quale crea altre palle per occasioni a rete. Dopo pochi minuti, arriva il terzo gol: lancio dalla difesa per Pogba che viene tenuto in gioco da Zaccardo. Il francese, davanti a Belec, stoppa di petto e supera il portiere avversario con un tocco sotto di pregevole fattura; 1-3. 60′, la partita adesso cala notevolmente d’intensità: il Carpi sembra aver alzato bandiera bianca mentre la Juventus non appare interessata ad affondare sul pedale dell’acceleratore. 62′ c’è un cross di Cuadrado dalla destra, Rugani insacca il poker ma la rete viene annullata per fuorigioco: il difensore si lancia in mischia ma la sua posizione viene valutata irregolare. 70′ Il Carpi torna a farsi notare conquistandosi un calcio d’angolo. La squadra di Castori si affida all’orgoglio per accorciare almeno le distanze in una partita che sembra saldamente nelle mani della Juventus. 74′ errore di Rugani che si fa soffiare palla da Mbakogu che guarda Buffon e cerca di sorprenderlo con un tiro ben controllato dal portiere numero 1 bianconero. 84′ e Gabriel Silva lascia partire un destro che termina sul fondo. Nel finale c’è l’autorete di Bonucci che apre per un minuto la partita, che spavento per Allegri che con una reazione non composta lancia la giacca a terra. Ma la Juventus, con fatica nel finale, vince e agguanta la settima vittoria, battendo così il Carpi per 2-3.

Flavio Ponissi

Flavio Ponissi

Sicignano Degli Alburni-Salerno. Aspirante giornalista sportivo. Amante del calcio, quello vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *