Serie B, Ascoli-Novara 1-3: piemontesi sempre in controllo, bene il duo Galabinov-Gonzalez

Buona prova del Novara che vince e convince contro un piccolo Ascoli.  

Fonte: Wikipedia-Autore:Bluelord
Fonte: Wikipedia-Autore:Bluelord

3 a 1 il risultato per i piemontesi che giocano una buona gara e non soffrono mai le poche occasioni dei marchigiani. Buona prova del duo Galabinov e Gonzalez che segnano i primi due gol. Chiude Viola dopo che Bellomo aveva accorciato le distanze dal dischetto. Di seguito la cronaca del match.

Il match si sblocca subito. Al 5′ Gonzalez trova Galabinov che dalla zona del dischetto batte a botta sicura l’incolpevole Svedkauskas. Passano pochi minuti e lo stesso attaccante ci riprova, ma a tu per tu con il portiere avversario la palla finisce sul fondo. In questo inizio di primo tempo è il Novara ad avere sempre la meglio. I piemontesi hanno l’ennesima occasione per raddoppiare con Faragò, ma Cinaglia intercetta. I padroni di casa appaiono in grande difficoltà con una difesa molto debole che concede tante occasioni agli avversari. L’Ascoli si fa affaccia in area avversaria prima con Bellomo, ma il suo tiro non riesce a raggiungere la porta e poi con Grassi da venticinque metri, nessun problema per Da Costa. Dopo numerosi tentativi arriva anche il raddoppio per il Novara. Al 43′ Galabinov si trasforma in uomo assist per Gonzalez che da dentro l’area di rigore non deve fare altro che insaccare. Azione maturata dall’ennesimo errore difensivo della difesa marchigiana. La prima frazione di gioco si conclude con un tiro di Jankto che viene facilmente parato dal solito Da Costa.

La ripresa inizia male per i padroni di casa che rimangono in 10 per il doppio giallo assegnato ad Almici. In due minuti due cartellini maturati a causa di una protesta continua. Strada in salita, ma al 65′ viene concesso un calcio di rigore all’Ascoli per un fallo di Poli. Dal dischetto Bellomo non sbaglia e rimette in partitia i suoi. I marchigiani faticano a creare azioni pericolose, complice l’inferiorità numerica. A parte un’ occasione del solito Galabinov i piemontesi si abbassano molto. Il definitivo ko arriva con un grande azione personale di Viola che partendo dalla trequarti fa tutto da solo infliggendo il 3 a 1 definitivo.

TABELLINO:

Ascoli (3-5-2): Svedkauskas, Del Fabro, Cinaglia (Dall’86’ Nava), Mengoni, Almici, Addae, Giorgi (Dal 44′ Altobelli e dal 73′ Cacia), Jankto, Grassi, Bellomo, Perez. All. Mangia

Novara (4-4-2): Da Costa, Faraoni, Troest, Poli, Dell’Orco (Dal 61′ Dickmann), Casarini (Dall’81’ Vicari), Faragò, Viola, Corazza (Dal 66’Signori), Gonzalez, Galabinov. All. Baroni

Ammoniti: Grassi al 29′, Perez al 39′, Bellomo al 69′, Addae all’84’, Cinaglia all’86’ (A); Galabinov al 62′, Poli al 64′ (N)

Espulsi: Almici al 53′

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *