Serie B, Latina-Cesena 1-0: Corvia entra e decide la partita

Dal nostro inviato a Latina – Inizia col piede giusto l’avventura di Mario Somma sulla panchina del Latina grazie al successo di misura ottenuto contro il Cesena, ormai ex capolista di questa Serie B.

Latina-Cesena. Fonte: Simone Gamberini
Latina-Cesena. Fonte: Simone Gamberini

I pontini giocano un buon calcio e mettono in crisi l’ambizioso schema di gioco di Drago che crea tanto spettacolo ma concede qualcosa in fase difensiva. Il primo tempo è decisamente divertente grazie ad un Latina sorprendentemente propositivi che vuole fare la partita e si aggrappa ai tiri dalla distanza e alle giocate di Ruben Olivera, trascinatore anche in questa prima del corso Somma. L’avvio nerazzurri sorprende il Cesena che trema prima su una conclusione di Marchionni che termina alta di poco, poi su una conclusione potente dalla distanza di Olivera che viene respinta corta da Gomis e sul tap in Acosty sbaglia clamorosamente.

Passato lo spauracchio di inizio gara Cesena prende coraggio e trova soluzioni offensive interessanti sulla catena mancina dove Renzetti e soprattutto Garritano si esaltano con giocate in velocità e cross a rientrare. I pericoli maggiori arrivano proprio da quel lato quando Garritano trova al testa di Djuric che da pochi metri non trova il gol del vantaggio. Cresce ancora la squadra di Drago che sfiora il raddoppio con le sue tremende ripartenza quando alla mezz’ora Kone libera Garritano che però calibra male e spara alto. Nel finale di primo tempo altro brivido nell’area di rigore del Cesena quando Olivera imbecca Dumitru che in posizione regolare a tu per tu con Gomis si fa scioccamente ipnotizzare e spreca una ghiottissima opportunità.

Nella ripresa i ritmi restano alti ma col passare dei minuti le squadre si stancano e perdono lucidità. Il Cesena gioca maggiormente il pallone ma lascia scoperti diversi spazi alle ripartenza del Latina che tiene bene il campo e sa far male in contropiede. Le chance migliori capitano sui piedi di Dumitru che in due occasioni non serve il liberissimo Calderoni, e in un’altra raccoglie una sponda di Acosty ma solo davanti al portiere calcia alto. Il Cesena gioca bene in ampiezza e la crescita di Ciano favorisce uno sfruttamento più completo del campo. La grande occasione capita a Kessie che scarta un paio di avversari ma davanti a Di Gennaro calcia in maniera troppo fiacca.

Somma pesca il jolly dalla panchina e manda in campo Corvia al posto di uno stanco Ammari e i risultati sono immediati: al 69′ Ascosty mette un cross tesissimo sul primo palo e l’attaccante ex Brescia anticipa Gomis che avrebbe potuto fare sicuramente di più per evitare il gol. L’1-0 del Latina cambia la gara ed il Cesena cambia marcia: Ciano, Sensi e il neo entrato Ragusa provano a risollevare le sorti di un match equilibrato ma la conclusione dell’ex esterno del Vicenza, la più pericolosa del finale di gara, viene respinta da un prodigioso Di Gennaro. In un finale infuocato tantissime palle inattive pericolose nell’area del Latina è una conclusione di testa di Cascione fa tremare il Francioni. Dall’altra parte però nelle vaste praterie lasciate dal Cesena, il giovane Campagna, tesserato in settimana e alla prima solita in Serie B, sciupa clamorosamente il match point al primo pallone toccato con la maglia nerazzurra.

Finisce dunque 1-0 la partita del Francioni che permette ai nerazzurri di salire a 16 punti a ridosso della zona play off; passo falso che no ci voleva invece per il Cesena che si fa agganciare dal Bari e perde contatto dal Cagliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *