Serie B, Livorno-Bari 1-2: Lazzari beffa i toscani al 94′

Lazzari al 94′ regala la vittoria ai pugliesi; risultato ancora negativo per il Livorno.

Fonte: Martina Manta
Fonte: Martina Manta

Seppur la posta in palio siano tre preziosi punti per entrambe le squadre, la gara per tutto il primo tempo rimane bloccata sullo 0-0 con poche emozioni e occasioni.

A inizio gara il primo che prova a rompere l’equilibrio per i granata è Vantaggiato, ma la difesa del Bari è ben piazzata e non concede spazi. Il Bari fatica un po’ ad uscire dalla propria metà campo,mentre la squadra di casa continua ad attaccare senza però impensierire più di tanto gli ospiti. Al 13′ guizzo di Rosina che prova il sinistro da fuori area ma Pinsoglio fa buona guardia e dopo qualche minuto arriva la prima vera palla gol del match per i padroni di casa con l’ex Fedato: il suo cross in mezzo pesca Aramu che colpisce di testa il pallone, sfiorando il palo.

Assente il Bari in fase offensiva, le giocate, in questa prima frazione,sono per lo più granata: al 26′ calcio di punizione per il Livorno calciato da Vantaggiato, ma palla alta che esce di poco e al 35′ azione di Aramu e Vantaggiato, la difesa del Bari fa buona guardia e gli impedisce di entrare in area. Al 39′ altra punizione per il Livorno battuta da Aramu, conclusione a giro che termina comodamente tra le braccia di Micai. All’intervallo situazione invariata: ritmo blando e poche occasioni.

Inizio di ripresa sulla falsariga del primo tempo con una gara bloccata e segnata per lo più da un gioco troppo falloso per entrambe le formazioni. Si fatica su tutti e due i fronti a trovare verticalizzazione importanti e a concretizzare le manovre. La compatta e attenta disposizione difensiva del Bari non concede grandi spazi, ma, anche per questo inizio di ripresa, sono granata le occasioni più pericolose: al 50′ il Livorno ci prova prima con Fedato che viene murato, poi al 60′ con Vantaggiato che prova un potente sinistro dalla destra: tiro di poco alto. Al 68′ insiste ancora Livorno: calcio di punizione da posizione defilata di Schiavone intercettato provvidenzialmente da Donkor che anticipa davanti la porta. Ancora Livorno al 74′ con una doppia occasione firmata Baez e Vantaggiato, salva in extremis la difesa biancorossa.

Nonostante siano i padroni di casa a creare di più in fase di attacco al 78′ sono gli ospiti a sbloccare il risultato: dopo un’azione personale di Lazzari, un rimpallo favorisce Rosina che con un preciso sinistro batte Pinsoglio.
Ma i padroni di casa continuano ad insistere e trovano il gol del pareggio quando mancano pochi minuti al 90′: cross dalla sinistra di Lambrughi, inserimento dalla destra di Cazzola che al volo di destro batte Micai.
Prodigioso intervento allo scadere di Micai che salva il risultato su un velenoso tiro di Vantaggiato, deviato da un difensore. Finale al cardiopalma al Picch nei quattro minuti recupero col gol della vittoria allo scadere da parte degli ospiti che lascia l’amaro in bocca ai toscani: Valiani, servito da Rosina, pesca in area Maniero, che fa da sponda a Lazzari per il gol vincente.

Per il Bari è la terza vittoria consecutiva fuori casa e i pugliesi salgono a quota 57 e continuando la corsa ai play-off. Niente da fare invece per il Livorno che, nonostante una buona prestazione, non riesce a risalire e rimane relegato in zona retrocessione.

Queste le formazioni:

Livorno (4-3-3): Pinsoglio, Antonini, Ceccherini, Emerson, Lambrughi, Luci, Schiavone, Bigianti (dal 60′ Cazzola), Aramu (dal 75′ Valoti), Vantaggiato, Fedato (dal 69′ Baez) . All. Colomba.

Bari (4-3-3): Micai, Donkor, Di Cesare, Tonucci, Gemiti, Romizi (dal 58′ Donati), Defendi (dal 82′ Valiani), Dezi (dal 58′ Lazzari) Rosina, Sansone, Maniero. All. Camplone.

Arbitro: Leonardo Baracani

Ammoniti: Romizi 35′ (Bari), Lambrughi 36′ (Livorno)

Marcatori: Rosina 78′, Lazzari 94′ (Bari); Cazzola (Livorno).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *