Serie B, Salernitana-Cesena: 1-1 bella prestazione dei granata beffati nel finale dai romagnoli

In campo oggi alle 15:00 allo stadio “Arechi” la Salernitana di Torrente incontra il Cesena di Massimo Drago, match valido per la 9° giornata di serie B.

Fonte: Biancamaria Ciccarelli
Fonte: Biancamaria Ciccarelli

Settimana difficile per i granata che hanno dovuto far fronte prima alle contestazioni dei tifosi, che hanno richiesto con uno striscione le dimissioni del ds Angelo Fabiani, e poi all’emergenza infortunati e squalificati. Capitan Pestrill ha rimediato il cartellino rosso diretto nella partita contro l’Entella, mentre Donnarumma ha avvertito un dolore alla coscia e non è stato inserito fra i convocati.

Via al primo tempo, sono proprio i padroni di casa a impostare il gioco in avanti, partendo con entusiasmo e orgoglio. A pochi minuti dall’avvio c’è un giocatore a terra, si tratta di Schiavi, mentre i tifosi incitano a gran voce dalla curva. Bella azione in attacco della Salernitana che con il fraseggio tra Coda e Sciaudone, ma la palla è deviata in angolo da Caldara. Sugli sviluppi del corner è Schiavi ad accarezzare il pallone, ma finisce sul secondo palo, troppo lontana. La risposta del Cesena arriva dopo un minuto, attaccando dalla destra con Garritano, ma Schiavi si oppone efficacemente. I padroni di casa prendono coraggio, attaccando costantemente, ma senza la cattiveria necessaria; non si lasciano comunque spaventare da un avversario della portata del Cesena, secondo in classifica. Il più reattivo tra i romagnoli è indubbiamente Garritano che non si lascia scappare una palla. Ottima occasione al 16′ per Sciaudone, su assist di Rossi, che da fuori area lancia il pallone oltre il palo. In questi minuti è la Salernitana ad impadronirsi del campo, sviluppando tutte le azioni nell’area di rigore avversaria: ci prova prima con Coda e poi Gabionetta, ma entrambe le occasioni falliscono. Dal 30′ il gioco si è spostato nell’area della salernitana, ora sono i romagnoli a spingere ma la difesa granata fa sempre buona guardia, favorendo le ripartenze della propria squadra. Al 33′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo è arrivato prima il palo di Coda, poi, in seguito ad una serie di rimpalli, la sfera è arrivata sui piedi di Bovo che, al volo, l’ha depositata in rete. La Salernitana affronta il match con carattere, chiude in difesa e non permette al Cesena di rendersi offensivo; la partita è nelle mani dei padroni di casa, grazie anche ai tifosi che sostengono senza sosta. Il primo cartellino giallo del match arriva al 43′, ammonizione per Koné per un brutto fallo. La reazione del Cesena arriva quasi allo scadere della prima frazione di gioco con Djuric, servito da un cross perfetto di Lucchini, che tira di testa, ma il portiere albanese salva tutto. Sfiora il raddoppio la Salernitana proprio all’ultimo minuto di recupero con una doppia azione di Empereur che prima coglie il palo e poi la lancia lontano, sul fondocampo. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi, i primi 45 minuti hanno visto protagonisti soprattutto i padroni di casa, coraggiosi e spregiudicati.

Il secondo tempo si apre con il guizzo di Coda che serve Troianiello, ma la palla va fuori. È ancora la Salernitana che si fa vedere con Gabionetta e il suo sinistro, però non riesce ad inquadrare la porta e la palla finisce sul fondo. I padroni di casa cercano di gestire il match, facendo possesso palla e contenendo le azioni pericolose degli avversari. Al 58′ Lanzaro anticipa Renzetti e prova il tiro mandando però la palla al lato. Il Cesena non si fa attendere molto e dopo un primo tempo incolore prova ad andare in rete con Ciano, ma c’è Strakosha che gli rende le cose complicate e devia col pugno. Gli ospiti cominciano a pressare, Ciano e Djuric si fanno sempre trovare pronti, mettendo in difficoltà una Salernitana che fino ad ora ha meritato il vantaggio. La rete del pareggio arriva al 70′, dopo un assedio in area di rigore e a firmarlo è Camillo Ciano: ha segnato di destro dopo aver anticipato Empereur. La partita è viva, ci sono azioni veloci da entrambe le parti: la Salernitana sembra non voler rassegnarsi al pareggio, soprattutto dopo l’ottimo avvio. Coda riprende il gioco in mano e si procura un corner. Il Cesena è ora in ottima forma e, grazie al gol ha trovato coraggio, Ciano è una macchina da guerra e lavora su tutti i palloni, ma i padroni di casa non hanno alcuna intenzione di arrendersi. Troianiello, nonostante la stanchezza, ci prova in più occasioni ma trova sempre il muro del Cesena ad impedirgli l’azione in attacco. Sono 6 i minuti di recupero allo stadio “Arechi”, il Cesena mette in difficoltà gli avversari fino all’ultimo secondo, che riescono però a proteggere il risultato. A match finito i giocatori granata salutano la curva, che però risponde con i fischi, nonostante la buona prestazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *