Serie B: il Cagliari a Pescara per confermarsi, Livorno a Cesena per rialzarsi

La sesta giornata di Serie B propone diverse sfide affascinanti, visto il gran numero di partite non pronosticabili.

Fonte: Crotoniate (Wikipedia)
Fonte: Crotoniate (Wikipedia)

La giornata si apre con Crotone-Salernitana. Due squadre che in classifica sono distanziate da due soli punti. Il Crotone arriva dalla sconfitta di Vercelli e dovrà far ancora a meno di Tounkara, ma potranno contare su Modesto. I problemi seri di formazione, però, arrivano per la squadra di Torrente. La Salernitana, infatti, non potranno contare sullo squalificato Trevisan e sugli infortunati Colombo, Rossi ed Eusepi. Il giovane Pollace potrebbe fare il suo eserdio. Denilson Gabionetta, sarà regolarmente in campo, pronto a sfruttare ogni centimetro di spazio per far paura ai padroni di casa.

Avellino-Vicenza vedrà la nona forza della categoria contrapposta alla diciottesima, sebbene ci siano soltanto tre punti di distanza. L’Avellino, con una vittoria ed un pareggio in cinque partite, è la grande delusione della Serie B ed andrà a cercare di trovare la vittoria sul suo campo. Il Vicenza resta comunque un avversario insidioso, in buona salute e senza problemi di formazione.
Brescia-Modena è una sfida ancora più impronosticabile. Le due formazioni, infatti, hanno evitato la sconfitta – vittoria per il Modena e pareggio per le rondinelle – nell’ultimo turno e stanno in qualche modo deludendo le rispettive piazze. La squadra di Crespo cercarà di strappare al ‘Rigamonti’ i primi punti esterni della sua stagione, mentre il Brescia cercherà di trasformare il suo stadio in un fortino, per costruire le basi di una svolta nella stagione.

Cesena-Livorno sarà, invece, una sfida al vertice. La sfida vede il Livorno uscire non vincitore, ma non necessariamente sconfitto, dal ‘Manuzzi’ da oltre cinquant’anni. Era infatti il 1963, quando Antonio Pellis segnò la rete del definitivo 0-1. Il Cesena dovrà difendere questa statistica senza Cascione e Ciano, entrambi squalificati nella trasferta di Perugia. Un bel problema per Drago che dovrà rimpiazzare due uomini chiave. Panucci, invece, dovrà rimettere insieme i pezzi dopo la prima sconfitta stagionale, nonché primo risultato diverso dalla vittoria in campionato. E dovrà farlo senza Fedato, che ha dovuto dare forfait per una distorsione alla caviglia e con Vantaggiato sempre fermo ai box.

Como-Ascoli ha già il sapore della sfida salvezza. Leggero vantaggio per il Como, che dopo un avvio da due punti in quanttro partite, ha trovato la vittoria contro il Novara, esprimendo finalmente un gioco ben chiaro. L’Ascoli, dopo la vittoria all’esordio sembra essersi perso, anche se il pareggio contro il Brescia fa ben sperare.

Lanciano-Spezia sembra essere una delle poche partite della giornata di Serie B dal risultato che sembra già essere scritto. Il Lanciano viene dalla dolorosa sconfitta di Modena, mentre lo Spezia arriva dalla vittoria contro il Livorno, arrivata nei minuti finali. Starà quindi ai padroni di casa cercare di fermare la striscia positiva dei liguri. Ma sarà ancora più difficile per i bianconeri confermare la striscia positiva.
Latina-Bari è uno scontro diretto di centro classifica, che potrebbe proiettare il Bari, vittorioso nell’ultima uscita contro l’Avellino, verso le zone alte della classifica o vedere il sorpasso dei laziali ai pugliesi. Sicuramente sarà una bella partita, vista la capacità di Nicola e Iuliano di preparare al meglio le partite.

Pescara-Cagliari è un altro big match della Serie B. Nonostante il Pescara sia una delle squadre più deludenti del campionato, il suo organico la rende comunque una squadra ostica, almeno sulla carta, per tutti. Gli abruzzesi dovranno fare ancora a meno del bomber Sansovini, ancora infortunato. Il Cagliari, invece, ha fuori praticamente tutto l’attacco titolare, con Sau a mezzoservizio e Giannetti infortunato. Rastelli dovrebbe puntare sull’avanzamento di Farias con Deiola esterno a sinistra e Joao Pedro trequartista.

Ternana-Novara è la sfida trai fanalini di coda. Le fere, nonostante una rosa competitiva, hanno aggangiato un solo punto in cinque giornate ed a farne le spese è stato Toscano, sostituito da Breda. Il Novara, invece, sembra non essere ancora una squadra unita. I piemontesi dovranno fare a meno di Paolo Faragò, che non si è allenato precauzionalmente durante la settimana, ma potranno contare su Magnus Toest in difesa.
Virtus Entella-Pro Vercelli mette una contro l’altra due squadre che stanno cercando di fare il massimo per cercare di salvarsi, evitando i playout. Se per i liguri la formazione sembra già essere fatta, per Scazzola non è così. A centrocampo, infatti, il ballottaggio è tra Matute e Ardizzone.

La Serie B si chiude con Trapani-Perugia. Sesta e quattordicesima, divese, però, da soli quattro punti. I siciliani arrivano al match in un buon momento, essendo ancora imbattuti in campionato e non avendo grandi problemi in formazione. Diversa la situazione in Umbria, dove Spinazzola e Rossi si sono allenati a parte, mentre Del Prete ha effettuato soltanto una corsa blanda nell’ultimo allenamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *