Kalinic, la Fiorentina gli concede 4 giorni di tempo per capire il suo futuro

Sembra ormai giunta al termine la grande storia tra Kalinic e la Fiorentina: la punta croata è con le valigie pronte e vorrebbe approdare al Milan, ambizioso e pronto a rinascere dalle ceneri con l’arrivo dei cinesi. L’attaccante è in netta difficoltà con la dirigenza viola e qualche screzio tra l’agente e i dirigenti c’è già stato. Ora, il ragazzo ha un ultimatum: 4 giorni di tempo per capire cosa vuole fare del suo futuro e per tornare nel ritiro di Moena.

KALINIC, L’ADDIO È SEMPRE PIÙ VICINO

Nikola Kalinic è approdato in Italia con la Fiorentina nel 2015 dopo una grandissima Europa League con il Dnipro, chiusa in finale con la sconfitta contro il Siviglia. L’attaccante si è messo sempre in mostra per i grandi movimenti da centravanti e l’elevato tasso di realizzazione. Il primo anno con la maglia viola è sorprendente con 42 presenze con 13 gol all’attivo per un ragazzo che per la prima volta si confronta con un campionato molto più ostico di quello ucraino o croato. Nella stagione seguente migliora notevolemente il suo score scendendo 42 volte in campo ma centrando la porta in 20 occasioni. Il ragazzo è ormai conscio della Serie A e si è abituato al tatticismo e ai difensori della massima divisione italiana.

Proprio per questo motivo, il Milan ha puntato il croato, insediando la Fiorentina che ha deciso di vendere tutti i propri gioielli per saldare i conti della società. Kalinic è nel mirino dei rossoneri che hanno rivoluzionato fortemente la rosa con Montella pronto a sfidare Roma e Napoli per un secondo/terzo posto. Quello che manca è un attaccante in grado di saper gonfiare la rete e oltre Andrè Silva non ci sono cambi di qualità, soprattutto ora che Lapadula sembra vicinissimo al Genoa. La società toscana è pronto a vendere la sua punta di diamante ma chiede 30 mln di euro: negli scorsi giorni l’agente di Kalinic è entrato in contrasto con Corvino e l’attaccante ha lasciato il ritiro (uffiacialmente per motivi famigliari). Le sirene di mercato pesano tantissimo e la Fiorentina lancia un netto ultimatum: il croato ha 4 giorni di tempo per decidere il suo futuro e tornare a Moena per continuare il ritiro.

Il braccio di ferro è iniziato e non sappiamo quanto durerà: i viola sicuramente venderanno l’attaccante, ma solamente al loro prezzo e alle loro condizioni. Il Milan resta alla porta pronto all’ennesimo acquisto di questo mercato estivo sempre più infuocato.