Chievo, Floro Flores si presenta: “Finalmente a Verona”

Il Chievo non riesce ad affilare una serie di vittorie come accadde ad inizio stagione.

Biondini e Floro Flores. fonte: sassuolocalcio.it
Biondini e Floro Flores. fonte: sassuolocalcio.it

La formazione di Maran, dopo un ottimo avvio, ha rallentato fino a tornare il club altalenante di ogni anno. L’obiettivo resta la salvezza e si otterrà con tranquillità, ma tutto dipende anche dalla rosa che dovrà impegnarsi ulteriormente.

Ad aggiungersi al momento no c’è anche la partenza di Paloschi che non ha resistito alla chiamata della Premier League. La punta del Chievo, che ha contribuito con i suoi gol a diverse salvezze, ha raggiunto Guidolin allo Swansea per mettere in risalto le sue doti e passare da eterna promessa inesplosa a professionista affermato. Per sopperire alla mancanza del bomber è stato acquistato dal Sassuolo Floro Flores. Il giocatore arriva con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Dopo un’annata non entusiasmante in Emila e con l’esplosione di Zaza e Berardi, la punta ha trovato sempre meno spazio e ha sfruttato, molto male, quel poco concesso. Molto più positivo di lui il compagno di reparto Floccari. Anche la stagione attuale non stava riservando grandi emozioni all’attaccante, poco visto da Di Francesco. La voglia di cambiare è stata combinata bene con la necessità di sostituire Paloschi nel Chievo. Ecco le parole alla conferenza stampa di presentazione riportate dal sito ufficiale della società: “Era da tempo che il presidente mi voleva portare qui e sono contento e onorato di vestire questa maglia. Da fuori mi è sempre sembrata una famiglia, spero di dare una grande mano alla squadra. Era quasi fatta col Genoa, ma poi è saltato tutto. Negli ultimi due-tre giorni ci siamo sentiti col Chievo e non ho avuto dubbi, ho accettato subito. E’ una società molto seria e sono molti anni che milita in Serie A. Ogni anno sono stato vicino al Chievo. Già con Sartori era successo ma non si era mai creata l’occasione. Fisicamente sto bene anche se mi manca il ritmo partita. Sono disponibile. Maran? Mi auguro che mi dia tanta fiducia perché quando accade la ripago sempre. Spero di seguire le orme di Paloschi anche se sono più grande“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *