Serie A, Roma-Udinese 3-1: le pagelle dei giallorossi. El Shaarawy il migliore

La Roma terza vittoria di fila in campionato contro l’Udinese, dopo aver battuto anche Verona e Benevento. La mano di Di Francesco è sempre più evidente, ma i giallorossi dovranno dimostrare di essere cresciuti mercoledì in Europa contro il Qarabag. Test importantissimo prima della delicata sfida di San Siro contro il Milan domenica prossima.

ROMA: EL SHAARAWY IL MIGLIORE, SBAVATURA PER MORENO

Alisson 6: la sufficienza viene strappata dal portiere della Roma che per ben 70 minuti non viene mai chiamato in causa. Reattivo su una conclusione ravvicinata di Bajic al quale nega la gioia del 3-1. La porta però non rimane inviolata a causa della rete degli ospiti sullo scadere della seconda frazione di gioco, dove il numero 1 della Roma poteva essere più reattivo nell’uscita.

Kolarov 6: meno brillante rispetto a Benevento e Verona, il terzino ex Manchester preferisce non sprecare le energie e spingere meno per difendere di più. Qualche sbavatura di troppo nelle sue incursioni offensive, ma alla fine dei giochi la sufficienza è meritatamente strappata. (dal 74′ Moreno 5.5: il ragazzo entra in una partita che ha ben poco da dire, ma nonostante tutto si dimostra ancora poco esperto degli schemi, rimanendo troppo basso e non facendo scattare la trappola del fuorigioco che permette a Larsen di siglare il 3-1 definitivo).

Manolas 6.5: grande partita del greco che passaggia e annulla le offensive avversarie. Rispetto a Verona e Benevento, l’Udinese si fa sentire di più in avanti e il centrale si fa trovare sempre pronto. Usa molto il fisico e la sua velocità, intervenendo con il giusto tempismo su ogni pallone che vaga nella sua zona di campo.

Fazio 6.5: come il collega di reparto è chiamato a lavorare di più rispetto alle ultime uscite. Il ragazzo non si fa intimorire e con autorità ferma qualsiasi avanzata di De Paul e compagni. Perfetto sulle palle alte, tenta anche di far ripartire l’azione con tempi di gioco molto veloci.

Florenzi 6.5: il suo ritorno è una manna dal cielo per Di Francesco che ritrova spinta sulla fascia destra. Il terzino galoppa senza nessun tirmore dimostrando di aver superato del tutto l’infortunio ai legamenti crociati. Tanto cuore che poi gli impediscono di chiudere a piene energie la gara. La sostituzione gli risparmia gli ultimi 15 minuti di gioco. (dal 78′ Peres: Sv.)

De Rossi 6: bravissimo in fase di interdizione e disastroso nei passaggi, il centrocampista della nazionale sbaglia tanto nella fase d’appoggio. Il suo ruolo lo ricopre perfettamente diventanto un vero e proprio muro davanti alla difesa, ma nella metà campo avversaria regala troppi suggerimenti ai bianconeri.

Strootman 6: migliora il rendimento dell’olandese che finalmente si rivede a centrocampo. Tanta corsa e grinta, anche se a tratti risulta ancora spaesato. Il vero Kevin deve ancora tornare a disposizione, ma la strada è quella giusta. Tanti palloni recuperati e un pressing alto che ha messo in difficoltà il centrocampo dell’Udinese.

Nainggolan 6.5: dopo un turno di stop, il belga torna a calcare il prato verde dell’Olimpico e regala un fantastico assist a Dzeko per la rete del primo gol. Grandissima la sua forza che impedisce alla difesa ospite di sfilargli palla che poi regala al bosniaco. Tanto movimento in fase offensiva e ottimi ripiegamenti per non lasciar scoperto il reparto arrestrato. Come sempre uno dei migliori in campo.

Perotti 6: l’argentino brilla a tratti e gioca una gara dai due volti. Nella prima frazione di gioco si impegna molto per la squadra, regalando accelerazioni e assist che danno del filo da torcere a Samir, in costante apprensione. Nella ripresa, quando il risultato è già fisso sul 3-0, cerca qualche preziosismo di troppo che macchiano la sua prestazione. Nel finale fallisce il primo rigore in Serie A colpendo clamorosamente il palo.

El Shaarawy 7.5: il faraone torna al gol tanto cercato nella partita contro il Verona. Ottimo il suo inserimento per il 2-0 su assist di Dzeko. Si comporta da vero bomber d’area nel 3-0 quando, su errore incredibile di Larsen, appoggia in rete togliendo il tempo d’uscita a Bizzarri. Nella seconda frazione di gioco brucia la fascia destra, tentando di concludere i suoi 90 minuti con una tripletta. Un giocatore prezioso per i giallorossi che possono sfruttarlo per le sue accelerazioni sulla linea del fuorigioco.

Dzeko 7: l’attaccante bosniaco gonfia nuovamente la rete salendo a quota 6 in classifica marcatori. Si fa trovare pronto sul suggerimento di Nainggolan sulla rete dell’1-0 e impacchetta l’assist vincente per El Shaarawy nel 2-0. Sempre presente in fase offensiva, resta un po’ lento e macchinoso quando deve tentare una giocata in velocità. Da lui però ci si aspettano i gol e anche questa volta può uscire soddisfatto. (dal 71′ Defrel 6: buoni i suoi venti minuti di partita dove il francese dimostra di sapersi muovere meglio da prima punta. Si divora il gol del 4-0, ma da segnali positivi a Di Francesco che potrà utilizzarlo spesso per far respirare il collega di reparto).

Di Francesco 7: la sua Roma prende sempre più forma dimostrando solidità difensiva ed efficacia in attacco. Dzeko, dopo le parole nel post gara di Atletico Madrid, ha ritrovato il feeling con la rete ma tutta la squadra si sta prodigando per entrare al meglio negli schemi del tecnico. Ennesimo miglioramento, ma serve il salto di qualità con Qarabag e Milan.