Premier League, 15° turno: David Silva tiene a +8 il City, lo United espugna l’Emirates, tris Chelsea, cinquina Liverpool

Il big-match della 15^ giornata di Premier League fra Arsenal e Manchester United va alla formazione di José Mourinho, che supera in trasferta 3-1 quella del rivale Arsene Wenger, anche con un pizzico di fortuna visto il dominio quasi totale dei Gunners.

David Silva in azione (fonte: Brad Tutterow, Flickr.com)

I Red Devils la sbloccano subito al 4° con un destro di Valencia e all’11° raddoppiano con Jesse Lingard, sfruttando gli errori della difesa londinese. Da qui in poi è un monologo della formazione di Wenger che colleziona occasioni da goal in serie, venendo però stoppata da uno straordinario e decisivo David De Gea. Ad inizio ripresa Lacazette trova la rete che riapre i giochi, le solite parate del portiere spagnolo e la seconda rete di Lingard all’ora di gioco chiudono di fatto il match. Nel finale sciocchezza di Pogba, che viene espulso e dunque salterà l’atteso derby contro il Manchester City del prossimo turno di Premier League. Citizens che rispondono ai cugini, rimanendo a +8 in classifica grazie al successo casalingo per 2-1 sul West Ham penultimo. Hammers clamorosamente avanti nella prima frazione di gioco con un bel colpo di testa del “nostro” Angelo Ogbonna. Poi nella ripresa pareggio di Otamendi e solito goal trovato nel finale a sette minuti dal termine dal veterano David Silva, che dunque festeggia al meglio il fresco rinnovo di contratto con la formazione blue di Manchester. Guardiola resta così in vetta solitaria da imbattuto, con Mourinho che lo aspetta ad Old Trafford domenica alle 17:30 italiane, in un derby che promette scintille.

Dietro le due battistrada restano in zona Champions League Chelsea e Liverpool, entrambe vittoriose in questo 15° turno. I Blues di Conte passano in casa 3-1 contro il Newcastle di Benitez, rimontando l’iniziale svantaggio firmato Gayle. Di Eden Hazard la rete del pari con un bel destro, poi sorpasso firmato da Alvaro Morata alla mezz’ora, mentre nella ripresa ad un quarto d’ora dal termine il fantasista belga firma con il cucchiao dal dischetto la sua personale doppietta. I Reds, invece, espugnano con un sonoro 5-1 il campo del malcapitato Brighton. Emere Can di testa e Roberto Firmino (doppietta) aprono le danze, Murray su rigore prova a rimettere in partita i suoi, ma nei minuti finali di gara il Liverpool dilaga con una punizione di Coutinho e l’autorete di Dunk.

Solo un pari per il Tottenham (a secco di successi in Premier League da quattro partite), fermato sull’1-1 dal Watford. Succede tutto nel primo tempo conun colpo di testa di Kabasele che porta i padroni casa avanti e il coreano Son in scivolata a siglare la rete del pari Spurs. Successo interno, invece, per il Leicester che supera 1-0 il Burnley grazie al goal realizzato da Gray dopo una manciata di minuti dall’inizio della sfida. Continua il momento positivo dell’Everton che vince nuovamente a Goodison Park, questa volta per 2-0 contro l’Huddersfield grazie alle reti segnate nella ripresa da Sigurdsson e da Calvert-Lewin.

Chiudiamo infine con il successo per 2-1 dello Stoke City contro lo Swansea (classico goal dell’ex firmato per gli ospiti da Bony, poi Shaqiri e Diouf regalano ai Potters una importante vittoria) e i pareggi 1-1 fra Bournemouth e Southampton (al goal di Fraser nel primo tempo risponde Austin nella ripresa per i Saints) e quello a reti bianche 0-0 nello scontro salvezza fra WBA e Crystal Palace.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.