Coppa Italia, Castori avvisa i viola: “Vogliamo fare bene”

Il Carpi, con il ritorno di Castori in panchina, non sembra aver trovato il giusto equilibrio.

Palermo-Carpi fonte immagine: Francesco Agliata
Palermo-Carpi fonte immagine: Francesco Agliata

La formazione emiliana è reduce da un sonoro 3-0 contro l’Empoli e con ancora tante lacune da eliminare. La vittoria contro il Genoa è stata solamente illusoria. La strada per la salvezza è ancora ostica e inizia a diventare veramente dura. Servirebbero 30 punti per una permanenza matematica in serie A.

Intanto, la società neopromossa, dovrà affrontare la Fiorentina in coppa Italia. I viola hanno incassato una batosta pesante a Torino, con il 3-1 rimediato dagli undici di Allegri. Sousa non fa drammi, come anche il presidente Della Valle che non crede nel ridimensionamento della sua squadra. Intanto Castori avverte i toscani e promette battaglia in un match tutt’altro che agevole. Ecco le sue parole rilasciate dal sito ufficiale del club: “Quella di domani è una partita di grande prestigio, perché il Carpi non era mai arrivato prima a giocarsi un ottavo di finale di Coppa Italia e perché giochiamo contro una grande del nostro calcio come la Fiorentina. Per questo ci teniamo a fare bene. In questi giorni, qui a Coverciano, abbiamo lavorato bene. La scelta che abbiamo fatto insieme alla società, già prima della partita di Empoli, di fermarci in Toscana era volta proprio al poter lavorare nelle migliori condizioni logistiche, ottimizzando i tempi e preservando energie preziose, in una settimana da tre partite in sette giorni. Domani troverà sicuramente spazio chi ha giocato meno finora, dev’essere un’opportunità per chi ha avuto meno possibilità di mettersi in luce fin qui.

Per il Carpi, fin ora, 30 goal subiti in 16 gare, quasi una media di 2 reti a partita. L’attacco non è molto prolifico: 13 realizzazioni, meno di un gol ad incontro. Serve un cambio di rotta e tanta grinta per passare il turno e approdare ai quarti di finale nella competizione nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *