I big della storia: la miglior formazione del Parma dal 2000 ad oggi

I nomi che rimangono nella mente dei tifosi di calcio, soprattutto se si tratta della loro squadra. Ma sono davvero pochi quelli che, oltre a rimanere nella loro memoria, rimangono anche in quella di tutti gli altri. Noi di SoccerMagazine abbiamo raccolto i migliori di ogni squadra dal 2000 a oggi, creando una formazione ideale. Qui presentiamo l’undici del Parma, che nel nuovo millennio ha avuto alti e bassi, ma ha sempre schierato in campo almeno un giocatore il cui nome evocherà a tutti i tifosi più di un piacevole ricordo di quando vestiva la maglia crociata.
La formazione scelta è un 4-3-3, per dare spazio ai grandi difensori che hanno vestito il gialloblu e alle macchine da goal che hanno tenuto alto il nome degli emiliani.

 
Sebastien Frey: Il portierone francese arriva in Emilia nell’estate del 2001. Ha appena concluso un’annata disastrosa con l’Inter e la società nerazzurra l’ha ceduto in cambio di 10 miliardi di lire più Sérgio Conceição. A Parma lo aspetta l’arduo compito di non far rimpiangere la partenza di Buffon: lui si riscatta ed avviene la sua consacrazione. Vive quattro stagioni da titolare e nell’estate 2005 parte per la Fiorentina.

Fonte immagine: Wikipedia
Fonte immagine: Wikipedia
Fabio Cannavaro: All’inizio del nuovo millennio, Cannavaro era ormai leader indiscusso della difesa parmense. Negli anni 2000, che l’hanno visto indossare la maglia crociata solo per le prime due stagioni, sono state la conferma della sua classe e bravura come difensore. Nel 2002 lascia il Parma per l’Inter. E il resto è storia.

Nestor Roberto Sensini: Nel nuovo millennio gioca solo due stagioni col Parma, dal 2000 al 2002, ma dopo aver passato tutto il periodo tra il 1993 e il 1999 a vestire la maglia gialloblu. Sensini nei suoi ultimi due anni in Emilia mostra ancora una volta al pubblico italiano perchè tuttora viene ricordato come uno dei difensori più tenaci passati per i nostri campi da calcio. Passerà poi gli ultimi 4 anni di carriera agonistica all’Udinese, squadra che l’aveva portato in Italia.

Daniele Bonera: Difensore duttile, che vede la sua maturazione calcistica concretizzarsi al Parma. Vi arriva nel 2002 dal Brescia, squadra dov’è cresciuto, e passerà 4 stagioni in Emilia, dove si impone come pilastro della difesa, fatta eccezione per quando era fuori per infortunio. Nel 2006, ormai pronto per il grande salto, lascia i gialloblu e approda al Milan, dove tuttora gioca.

Gabriel Paletta: Ad oggi uno dei migliori difensori del nostro campionato, Paletta arriva nell’estate 2010 dal Boca Juniors. In poco tempo è diventato prima un beniamino dei tifosi e il desiderio di molte big italiane, soprattutto per la grinta che mette in campo e la capacità di opporsi a qualsiasi attaccante avversario gli si pari davanti.

Alain Boghossian: Il mediano francese è arrivato nel 1998 al Parma, dopo 3 anni di Napoli e 1 di Sampdoria. Ci è rimasto fino al 2002, quando ormai era diventato uno dei beniamini dei tifosi. Con la maglia crociata passa anche le sue stagioni più vincenti, nonostante qualche infortunio di troppo che ne ha pregiudicato la carriera. Dopo il 2002, lascia l’Italia e prova l’avventura spagnola con  l’Espanyol, ma gli infortuni non gli danno tregua ed è costretto a ritirarsi.

Hidetoshi Nakata: Il giapponese più famoso d’Italia. Approdato nel Bel Paese grazie al Perugia di Gaucci, arriva in maglia crociata nel 2001. Qui Nakata vive due stagioni importanti, dove ha occasione di mettere in mostra tutte le sue qualità. A metà della terza stagione però viene girato al Bologna, e qui inizia la discesa della carriera di Hide.

Stefano Morrone: Approda al Parma nel 2007, dopo aver girato un pò di squadre. Con la maglia crociata non inizia al meglio: nella sua prima stagione retrocede in Serie B. Ma rimane in Emilia e diventa leader del centrocampo, conquistando la promozione per la squadra e la fascia di capitano per sè. Rimane capitano e titolare ancora per un paio di stagioni, quando poi problemi fisici e l’età non più giovane lo costringono alla panchina, pur rimanendo tuttora la guida dello spogliatoio gialloblu.

Leite Ribeiro Adriano: Il tempo che Adriano passa a Parma è poco, ma decisivo per consacrarlo definitivamente come l’Imperatore. Arriva dall’esperienza alla Fiorentina nell’estate del 2002 e fa una stagione strepitosa, mostrando il suo mix di potenza e precisione, concretizzati con 15 reti in 29 partite. La stagione successiva, prima di fermarsi per infortunio, realizza 8 goal in sole 7 partite. A gennaio 2004 però, con gli emiliani che devono affrontare seri problemi economici, viene ceduto all’Inter.

Alberto Gilardino: Il Gila con la maglia crociata si mostra a tutta Italia: inizia la prima stagione facendo da riserva a Adriano e Mutu, mentre il secondo anno esplode definitivamente, con la bellezza di 23 reti stagionali. Al Parma Gilardino trova spazio in campo e continuità di prestazione, che gli valgono il passaggio al Milan nel 2005. Nonostante sia rimasto solo 3 stagioni, in Emilia in molti apprezzano ancora il suono del suo violino.

Fonte immagine: credit foto AC Siena
Fonte immagine: credit foto AC Siena
Sebastian Giovinco: Due stagioni a Parma, due stagioni da trascinatore. Arriva dalla Juventus in prestito per trovare spazio in campo, e al Parma diventa subito titolare. A soli 23 anni è il fulcro dell’attacco emiliano, che guida con la sua velocità e abilità nel dribbling. I gialloblu vorrebbero riscattarlo definitivamente, ma la Juve decide di richiamarlo in cambio di 11 milioni: la cifra è irrinunciabile, e il Parma e i suoi tifosi dovranno appellarsi a un altro asso offensivo per tornare a quei alti ritmi.
 
ALLENATORE – Il posto è decisamente meritato da Cesare Prandelli. Oltre al fatto di essere l’unico allenatore del Parma ad aver fatto due stagioni intere nel nuovo millennio (dal 2002 al 2004), gli va dato il merito di aver messo in piedi la migliore formazione dai tempi d’oro degli anni ’90. Il suo Parma è arrivato per due anni al quinto posto, oltre ad essere ben compatto in difesa e esplosivo in attacco, con Adriano, Gilardino e Mutu che avevano reso gli emiliani un vero e proprio nemico pubblico della Serie A.
 
Per la panchina il nostro Parma si porta per la porta Luca Bucci, in difesa Matteo Ferrari e Alessandro Lucarelli, per il centrocampo Johan Micoud e Fabio Henrique Simplicio, infine per l’attacco Adrian Mutu e Giuseppe Rossi.
 
Per tutti i bidoni e i big…

BIDONI

BIG

ATALANTA: (clicca qui per leggere)

BOLOGNA: (clicca qui per leggere)

CAGLIARI: (clicca qui per leggere)

CATANIA: (clicca qui per leggere)

CHIEVO: (clicca qui per leggere)

FIORENTINA: (clicca qui per leggere)

GENOA: (clicca qui per leggere)

INTER: (clicca qui per leggere)

JUVENTUS: (clicca qui per leggere)

LAZIO: (clicca qui per leggere)

MILAN: (clicca qui per leggere)

NAPOLI: (clicca qui per leggere)

PALERMO: (clicca qui per leggere)

PARMA: (clicca qui per leggere)

PESCARA: (clicca qui per leggere)

ROMA: (clicca qui per leggere)

SAMPDORIA: (clicca qui per leggere)

SIENA: (clicca qui per leggere)

TORINO: (clicca qui per leggere)

UDINESE: (clicca qui per leggere)

NAZIONALE ITALIANA: (clicca qui per leggere)

FORMAZIONE PEGGIORI GIOCATORI CHAMPIONS LEAGUE 2012-2013 (clicca qui per leggere)

FORMAZIONE PEGGIORI ACQUISTI SERIE A 2012-2013: (clicca qui per leggere)

PEGGIORI ACQUISTI PREMIER LEAGUE 2012-2013: (clicca qui per leggere)

ATALANTA: (clicca qui per leggere)

BOLOGNA: (clicca qui per leggere)

CAGLIARI: (clicca qui per leggere)

CATANIA: (clicca qui per leggere)

CHIEVO: (clicca qui per leggere)

FIORENTINA: (clicca qui per
leggere)

GENOA: (clicca qui per leggere)

INTER: (clicca qui per leggere)

JUVENTUS: (clicca qui per leggere)

LAZIO: (clicca qui per leggere)

MILAN: (clicca qui per leggere)

NAPOLI: (clicca qui per leggere)

PALERMO: (clicca qui per leggere)

PARMA: (clicca qui per leggere)

PESCARA: (clicca qui per leggere)

ROMA: (clicca qui per leggere)

SAMPDORIA: (clicca qui per leggere)
SIENA: (clicca qui per leggere)
TORINO: (clicca qui per leggere)
UDINESE: (clicca qui per leggere)
NAZIONALE ITALIANA: (clicca qui per leggere)

FORMAZIONE MIGLIORI GIOCATORI CHAMPIONS
LEAGUE 2012-2013
(clicca qui per leggere)

FORMAZIONE MIGLIORI ACQUISTI SERIE A 2012-2013: (clicca qui per leggere)

 
I TESTI E I CONTENUTI PRESENTI SU SOCCERMAGAZINE.IT POSSONO ESSERE RIPORTATI SU ALTRI SITI SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE. OGNI VIOLAZIONE VERRA’ PUNITA.

Per rimanere aggiornati sulle nostre altre esclusive, vi consigliamo di seguire la pagina fan di Soccermagazine su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy